Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante Cookie Policy

08 Mar 2019

Riscatto laurea: forse senza limiti di età In evidenza

 

Il riscatto agevolato della laurea potrebbe riguardare tutti senza limiti di età  e si affaccia un riscatto a forfait anche per i lavoratori esodati per poter accedere alla pensione anticipata con Quota 100 .

Il decreto legge 4 2019 che ha introdotto il reddito di cittadinanza, Quota 100 e altre misure per le pensioni ,  continua il suo percorso di conversione in legge in Parlamento. Sono molte  le modifiche già apportate nell'esame  al Senato  e ora alla Camera sono stati presenti altri importanti emendamenti. Vediamo di seguito una panoramica delle possibili novità che potrebbero entrare in vigore con l'approvazione della legge , attesa entro il 29 marzo ( pena la decadenza dell'intero decreto).

AMBITO PREVIDENZIALE

-       Proposta di accesso anche per i comunicatori professionali  all'ente previdenziale dei giornalisti INPGI

-          introduzione della figura del Vice presidente nell'organigramma dell'INPS

-          possibilità di riscatto agevolato con un importo annuale di 2620 euro, per un massimo di 8 anni,  per circa 1300 lavoratori che risultano ancora esodati (senza lavoro ma senza possibilità di accesso alla pensione)

-          riscatto laurea agevolato con importo fisso di 5240 euro annui  per gli iscritti a gestioni INPS che non hanno versamenti previdenziali precedenti al 1996  senza alcun limite di età ( nel decreto-legge attualmente in vigore   è limitato a 45 anni);

-          cancellazione delle finestra di 3 mesi per la pensione dei lavoratori che svolgono attività gravose

-          sconto  di 4 mesi per ogni figlio nei requisiti contributivi  per la pensione di vecchiaia alle donne

AMBITO IMPRESE E FISCO

 

-          Ampliamento dell'incentivo alle imprese  legato al reddito di Cittadinanza: fruizione anche per le trasformazioni  di rapporti di lavoro e non solo per le nuove assunzioni a tempo pieno. Resterebbero pero le forti limitazioni (rispetto del regime de minimis , incremento occupazionale netto,  restituzione dell'incentivo in caso di licenziamento)

-          Tutele di maternità e malattia per gli iscritti alla gestione separata estese a chi ha solo un mese di contribuzione (invece degli attuali 3 mensilità necessarie)

-          Riders: si propone l'assimilazione al lavoro dipendente per le collaborazioni continuative supportate da piattaforme digitali predisposte dai datori di lavoro . Si tratta di una modifica al Jobs Act .

La discussione in Aula  su queste modifiche è prevista per la prossima settimana 18 marzo  e il voto finale è stato calendarizzato  tra il 26 2 il 28.

 

Fonte: Il Sole 24 Ore

 

Letto 167 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
JoomShaper