Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante Cookie Policy

27 Nov 2018

Fisco, dati blindati per 10 anni In evidenza

Maggiore utilizzo dell’archivio rapporti finanziari per combattere l’evasione. Termine di conservazione dei dati su conti correnti e investimenti dei contribuenti estesi a dieci anni. Accesso consentito anche alla Guardia di Finanza e al Dipartimento delle finanze (quest’ultimo solo per finalità statistiche e di monitoraggio). Ma anche piani di controllo congiunti tra Agenzia delle entrate e Fiamme gialle basati su analisi di rischio sviluppate mediante un maggiore utilizzo dei database: dai soggetti di medie dimensioni alle grandi multinazionali che compilano il Cbcr (la documentazione paese per paese sul transfer pricing), senza dimenticare i dati acquisiti dalle autorità italiane attraverso lo scambio automatico di informazioni. È quanto prevede un pacchetto di misure contenute in un emendamento del relatore al dl fi scale, Emiliano Fenu (M5s), approvato dalla commissione fi nanze del senato. Questa mattina si concluderà il voto sugli emendamenti, dopodiché il testo del dl n. 119/2018 è atteso nell’aula di palazzo Madama. Tra le ultime proposte in cerca del via libera ci sono le misure del governo sulla conferma del bonus bebè per il 2019 (ma con durata ridotta da tre anni a uno), il commissariamento del casinò di Campione d’Italia, l’introduzione della tassa sulle rimesse di denaro degli immigrati e la revisione del prelievo fi scale sulle sigarette elettroniche. Medici e farmacisti, inoltre, saranno esonerati dall’obbligo di fatturazione elettronica per l’anno 2019. L’esonero è previsto anche per le società sportive dilettantistiche che non abbiano incassato proventi oltre 65 mila euro, come per chi aderisce al regime forfettario. Via libera a un nuovo calendario di rate per la rottamazione (articolo alla pagina seguente). Approvata la norma che consente per quest’anno alle aziende che applicano i principi contabili nazionali di mantenere in bilancio i titoli finanziari non durevoli al valore di iscrizione, invece che al valore di mercato.

Fonte: ItaliaOggi

Letto 40 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
JoomShaper