Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante Cookie Policy

02 Apr 2019

Decreto crescita 2019: ecco cosa prevede il testo In evidenza

Il governo giallo-verde è al lavoro per il cd. Decreto crescita, un decreto con impostazione espansiva che dovrebbe bilanciare la crescita 0 dell'Italia ed evitare una manovra correttiva dopo la presentazione del prossimo DEF (Documento di Economia e Finanza). In base a quanto annunciato dal Presidente del Consiglio Conte, il consiglio dei Ministri sul decreto crescita dovrebbe esserci questa settimana.

Ma quali sono le novità contenute nel decreto? Gli annunci e le smentite non sono mancati, ma stando alle bozze in circolazione i principali argomenti dovrebbero essere i seguenti:

reintroduzione del super ammortamento al 130% per i titolari di reddito d'impresa, arti e professioni che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi entro il 31.12.2019

proroga e rafforzamento del credito d'imposta per ricerca e sviluppo;

aumento delle quote della cd. Nuova Sabatini con aliquote differenziate per le PMI e per le grandi imprese;

fattura elettronica obbligatoria per le operazioni con San Marino;

eliminazione mini-ires sugli utili reinvestiti (introdotta dalla Legge di bilancio 2019);

incentivi per le imprese che si finanziano con obbligazioni

introduzione dell'IRES al 20% per gli utili accantonati a riserva in azienda

aumento deducibilità IMU: passaggio della deducibilità dal 40 al 50% per il 2019 e al 60% per il 2020

nuovo bonus per le società che acquistono un edificio, lo demoliscono e lo ricostruiscono con riduzioni delle imposte ipo-catastali

introduzione del cd. "marchio storico di interesse nazionale" per i marchi di almeno 50 anni i quali saranno soggetti in caso di crisi ad aiuti di Stato

introduzione di un nuovo tipo di impresa: la SIS "Società di investimento semplice" che può investire solo in start-up non quotate in cambio di esenzione dalle imposte sui redditi da capitale

tasse ridotte per le imprese che tornano in Italia e sconti fiscali per i cd. cervelli in fuga.

Questi dovrebbero essere i principali argomenti di discussione nel decreto crescita, per sapere qualcosa di più sicuro occorre aspettare il passaggio al Consiglio dei Ministri previsto per questa settimana.

Letto 332 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
JoomShaper