Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante Cookie Policy

06 Feb 2019

Le scadenze della prossima settimana In evidenza

Negoziazione assistita e/o arbitrato - Richiesta credito

Coloro che nel 2018 hanno corrisposto compensi agli avvocati e agli arbitri nei procedimenti di negoziazione assistita conclusi con successo e/o di arbitrato conclusi con lodo devono effettuare la richiesta di attribuzione del credito d’imposta previsto dall’articolo 21-bis del Dl 83/2015, compilando l’apposito modulo disponibile nell’area dedicata “Incentivi fiscali alle misure di degiurisdizionalizzazione di cui al Dl 132/2014” del sito internet del ministero della Giustizia (Home>Strumenti>Incentivi fiscali).

Il credito d’imposta è commisurato al compenso corrisposto all’avvocato e/o all’arbitro, fino a concorrenza di 250 euro (nel limite di spesa di 5 milioni di euro annui).

Bollo virtuale - Versamento

Le banche e gli istituti di credito autorizzati a emettere assegni circolari devono effettuare il versamento dell'imposta di bollo assolta in modo vituale relativa agli assegni circolari emessi entro la fine del quarto trimestre 2018. Il versamento va effettuato tramite modello F24 con modalità telematiche direttamente, utilizzando i servizi "F24 web" o "F24 online" dell'Agenzia delle entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel, oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 con compensazioni, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste italiane e agenti della riscossione convenzionati, ovvero tramite intermediario abilitato. Deve essere indicato il codice tributo 2505.

Devi effettuare il login per inviare commenti
JoomShaper