Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante Cookie Policy

 

"Il ritardo dei pagamenti era uno dei nodi principali che ho riscontrato al mio arrivo al Ministero. Fin da subito c'è stato il massimo impegno per dare risposte concrete in tempi certi agli agricoltori italiani. Bene quindi che tutte le tredici regioni Agea abbiano raggiunto l'obiettivo finanziario fissato per il 31 dicembre 2018 dai Programmi di Sviluppo Rurale regionali. Questo dimostra che, se la squadra opera bene, i risultati arrivano. Adesso andiamo avanti con questo processo di semplificazione necessaria per rilanciare il comparto."

Così il Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, sen. Gian Marco Centinaio.

Pubblicato in CAA Fenapi

Nell'ambito del Programma Nazionale di Sviluppo Rurale, per la Misura Assicurativa 17.1, Agea ha avviato i pagamenti in favore di 21.789 beneficiari che hanno aderito alla misura per le annualità 2015, 2016 e 2017, per un importo complessivo di euro 49.828.562. Sulla misura assicurativa, ad oggi, sono stati complessivamente autorizzati oltre 398 milioni di euro sulle tre annualità 2015, 2016 e 2017. Con gli ultimi due decreti di pagamento autorizzati ieri da Agea è stato superato l'obiettivo di spesa del 31 dicembre 2018, previsto nel Programma Nazionale di Sviluppo Rurale, pari a 363 milioni di euro.

"Il miliardo di euro erogato rappresenta un'azione concreta ed importante che il Governo fa nei confronti delle aziende interessate - dichiara il ministro Gian Marco Centinaio - e nonostante il difficile momento economico conferma la nostra volontà di dare risposte utili a migliorare il rapporto tra Pubblica Amministrazione e privati."

Nel mese di Novembre l'ente pagatore ha anche autorizzato i decreti di pagamento nell'ambito dei Programmi Regionali di Sviluppo Rurale, in favore di 41.271 beneficiari per un importo di euro 169.377.977, avviando anche i pagamenti di anticipo sulle domande delle misure a superficie presentate nel 2018. Con tali pagamenti le Regioni Friuli Venezia Giulia e Puglia hanno superato gli obiettivi di spesa del 31 dicembre p.v. previsti dai rispettivi Programmi Regionali.  Agea con il finanziamento del decreto n. 8 della Domanda Unica, ha completato il pagamento degli anticipi 2018 della PAC, che ha riguardato complessivamente oltre 434 mila aziende per oltre 984 milioni di euro.

Pubblicato in CAA Fenapi

L'ente pagatore Agea ha avviato il pagamento degli anticipi 2018 della PAC - per la campagna 2018 - in favore di 500 mila aziende, per un importo totale di oltre 900 milioni di euro.

Nel dettaglio: il primo decreto ha consentito l'erogazione immediata di 62 milioni di euro per 41 mila realtà agricole delle regioni colpite dal terremoto, Umbria, Abruzzo, Marche e Lazio (provincia di Rieti).  Entro la prima metà di novembre si completeranno i pagamenti delle residue domande PAC che proseguiranno poi nella seconda metà del mese in favore delle imprese per le quali saranno necessari approfondimenti istruttori.

"Stiamo chiudendo ciò che è stato lasciato in sospeso dal passato - afferma il Ministro Gian Marco Centinaio - e, come abbiamo promesso, abbiamo deciso di dare subito attenzione ai territori terremotati. Un risultato importante reso possibile grazie alla collaborazione tra il nostro Ministero e il MEF. In un momento di difficoltà economica, vogliamo essere tempestivi nel dare risposte concrete migliorando il rapporto tra Pubblica Amministrazione e privati".

Dal 30 giugno al 30 ottobre 2018 Agea ha autorizzato 34 decreti di pagamento ed erogato 370.371.575 euro in favore di oltre 58 mila imprese. Nello stesso periodo hanno superato il rischio disimpegno le regioni Campania, Friuli Venezia Giulia e Lazio per le quali sono stati erogati 151.482.079 euro a più di 16mila beneficiari.

A ottobre sono stati anche autorizzati decreti di pagamento nell'ambito della domanda unica per le campagne precedenti, dello sviluppo rurale, del vino e dei programmi operativi, in favore di oltre 192mila aziende per un importo complessivo di 207.6627.034 euro.  

In particolare:

-    domanda unica (2017 e annualità precedenti), relativamente alla restituzione della "disciplina finanziaria" in favore di 133.200 beneficiari per 15,65 milioni di euro;

-    programmi regionali di sviluppo rurale, che Agea gestisce, in favore di 5.458 beneficiari per 53 milioni di euro;

-    Programma Nazionale di Sviluppo Rurale -  assicurazione del raccolto, degli animali e delle piante, in favore di 50.261 beneficiari per 58,49 milioni di euro;

-    programmi operativi in favore di 28 beneficiari per 13,34 milioni di euro;

 

-    comparto vitivinicolo in favore di 6.583 beneficiari per 62,19 milioni di euro.

 

Pubblicato in CAA Fenapi

Sbloccati i pagamenti dei contributi in favore degli agricoltori che hanno sottoscritto le polizze assicurative. L'ente pagatore AGEA ha infatti autorizzato un ulteriore pagamento di circa 60 milioni di euro, relativi alla campagna 2017, in favore di oltre 24mila imprese agricole.

Negli ultimi mesi è stata registrata una forte accelerazione della spesa che contribuirà così al raggiungimento degli obiettivi prefissati in fase di programmazione.

"Abbiamo mantenuto l'impegno preso con gli agricoltori - afferma il Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Sen. Gian Marco Centinaio - La gestione del rischio in agricoltura è un tema fondamentale. Dobbiamo tutelare il reddito delle nostre aziende dalla volatilità dei mercati e dagli effetti dei cambiamenti climatici. Andiamo avanti così sulla strada tracciata per continuare a dare risposte concrete al settore."

Pubblicato in CAA Fenapi

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che l'ente pagatore Agea ha effettuato pagamenti per un valore complessivo di oltre 128 milioni di euro per più di 36mila domande. 

In particolare, si riferiscono alle erogazioni eseguite nell'ambito dello sviluppo rurale (misure superfici e strutturali) a seguito di istruttoria regionale, in favore di 2.619 beneficiari inseriti negli elenchi trasmessi dalle regioni Abruzzo, Basilicata, Campania, Friuli, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia Umbria e Valle d'Aosta per un totale di oltre  17 milioni di euro; dello sviluppo rurale (misure a superficie e animali), a seguito di istruttoria automatizzata, per 34.183 beneficiari e un valore complessivo di oltre 99 milioni di euro; dei Programmi Operativi  in favore di 10 Organizzazioni di produttori per più di 12 milioni di euro.

 

Riguardo ai programmi regionali di sviluppo rurale, da inizio programmazione Agea ha erogato complessivamente 1,3 miliardi di euro. Di questi, 698,5 milioni sono relativi al FEASR, con 223 milioni erogati in favore di impegni assunti nella programmazione corrente. 

Pubblicato in CAA Fenapi

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che l'Organismo Pagatore Agea ha predisposto il primo decreto di pagamento del Programma di sviluppo rurale nazionale - Gestione del Rischio - Assicurazione del raccolto, degli animali e delle piante.

Il decreto prevede l'erogazione di circa 30 milioni di euro a favore di quasi 15 mila beneficiari, per le domande relative alla campagna assicurativa 2015.

 

Agea ha emesso inoltre un nuovo decreto di pagamento, il numero 16, della Domanda Unica 2016 riferita ai "Piccoli agricoltori". Il decreto prevede l'erogazione di oltre 17 milioni di euro in favore di circa 91 mila produttori. Arriva così 1,3 miliardi di euro l'erogazione dei pagamenti della Domanda Unica 2016.

Pubblicato in CAA Fenapi

AGEA ha pubblicato lo scorso 12 dicembre  le Istruzioni Operative n. 44  che dettano le condizioni per il  Pagamento  “de minimis" ai produttori di grano duro che hanno stipulato  contratti di filiera del grano duro con le industrie della pasta, in attuazione  di quanto previsto dal DM n.11000 del 02/11/2016

Il predetto aiuto  è stato istituito al fine di adeguare i parametri qualitativi del grano duro a specifiche tecniche conformi con le esigenze produttive dell’industria della pasta, anche attraverso l’utilizzo di sementi certificate individuate tra le parti della filiera cerealicola e l’adozione di buone pratiche colturali funzionali al miglioramento qualitativo delle produzioni.

Per accedere all’aiuto è necessario la stipula di un contratto  tra soggetti della filiera cerealicola, finalizzato a favorire la collaborazione e l’integrazione tra i produttori e le imprese di trasformazione del grano duro, il miglioramento della qualità del prodotto e la programmazione degli approvvigionamenti, sottoscritto dai produttori di grano duro, singoli o associati, e altri soggetti delle fasi di trasformazione e commercializzazione.

Nel caso che l’imprenditore agricolo non sottoscrive il Contratto di filiera direttamente con l’industria pastaria e molitoria, il centro di stoccaggio o altri soggetti della fase di commercializzazione (commerciati ed altri) devono rilasciare dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante la relazione causale tra il Contratto di filiera sottoscritto con il produttore agricolo, singolo o associato, e il contratto con l’industria pastaria e molitoria

L’aiuto è concesso nella misura di 100 euro per ogni ettaro coltivato a grano duro, alle imprese che abbiano sottoscritto direttamente o attraverso cooperative, consorzi agrari e Organizzazioni di Produttori riconosciute di cui sono socie, Contratti di Filiera di durata almeno triennale. Per poter ricevere il premio è necessario presentare un’apposita domanda all’AGEA secondo le modalità da essa definite, entro e non oltre il 28 dicembre 2016.

Alla domanda devono essere allegate:

·        dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà sugli aiuti “de minimis” percepiti negli ultimi tre anni;

·        copia del Contratto di Filiera sottoscritti da tutti i soggetti interessati (se il contratto è sottoscritto in forma associata, il Contratto di Filiera deve essere integrato da copia dell’impegno o contratto di coltivazione tra la Cooperativa, il Consorzio e l’Organizzazione di Produttori e l’impresa agricola socia);

·        dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con gli identificativi catastali delle particelle coltivate a grano duro e la relativa superficie in ettari.

La Domanda di aiuto deve essere integrata da una copia della fattura di acquisto delle sementi certificate. La fattura deve riportare l’indicazione della categoria e del numero di identificazione del lotto. I quantitativi minimi ad ettaro di sementi certificate impiegate devono essere coerenti con la superficie seminata e pari ad almeno 150 kg ad ettaro.

 La documentazione allegata  deve essere conservata dall’imprenditore agricolo ed in copia nel fascicolo aziendale e  deve essere esibita in caso di controllo delle autorità competenti.

 

 

Salvatore Medica

Pubblicato in CAA Fenapi

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che Agea ha concluso il 28 novembre il pagamento degli anticipi 2016 della Domanda unica Pac.

Il valore degli importi erogati è di oltre 1 miliardo di euro per circa 500 mila aziende agricole. A favore di 100 mila piccoli agricoltori sono stati erogati 47 milioni. L'erogazione effettuata da Agea supera quanto effettuato per il 2014, ultimo anno della vecchia programmazione (813 milioni di euro) ed il 2015, primo anno della nuova programmazione 2014-2020 (731 milioni di euro).


 Gli anticipi erogati comprendono anche 69 milioni di euro in favore di 33 mila aziende agricole operanti nelle zone del centro Italia colpite dal terremoto ad agosto e ad ottobre 2016. 

"È un sostegno concreto alle aziende - ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina - particolarmente importante soprattutto per chi è stato colpito dagli eventi sismici che hanno interessato il centro del nostro Paese. Parliamo di risorse fondamentali ora a disposizione delle aziende agricole per il loro lavoro e la loro crescita".


Riguardo ai pagamenti relativi alle campagne degli anni precedenti Agea ha predisposto un piano operativo per il controllo di tutte le istanze di riesame presentate dagli agricoltori per la risoluzione delle anomalie che avevano impedito il pagamento nei termini.

Pubblicato in CAA Fenapi
JoomShaper