Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante Cookie Policy

27 Mar 2019

Fondo di Tesoreria: gestione dichiarazioni manodopera agricola (DMAG) In evidenza

Con la legge 296/2006 è stato istituito il “Fondo per l’erogazione ai lavoratori dipendenti del settore privato dei trattamenti di fine rapporto di cui all’articolo 2120 del codice civile” (Fondo di Tesoreria).

Dal 1° gennaio 2007 i datori di lavoro privati con almeno 50 dipendenti hanno l’obbligo di versare al Fondo di Tesoreria le quote maturate da ciascun lavoratore e non destinate a forme pensionistiche complementari.

Il messaggio 26 marzo 2019, n. 1210 ricorda che il requisito dimensionale previsto, oltre alla natura giuridica privata del datore di lavoro, è il presupposto essenziale per la sussistenza dell’obbligo di versamento al Fondo di Tesoreria.

Per ottimizzare il sistema di accertamento e riscossione dei contributi dovuti al Fondo di Tesoreria da parte delle aziende agricole, in base alle informazioni acquisite dall’Istituto nel corso degli anni, in particolare attraverso i dati contenuti nelle dichiarazioni trimestrali di manodopera (DMAG), è stato attribuito il codice di autorizzazione (CA) “1R” alle aziende con almeno 50 dipendenti.

A decorrere dai flussi DMAG relativi al secondo trimestre 2019 i datori di lavoro sprovvisti di questi codici vedranno scartato il loro flusso e invitati alla corretta ripresentazione.

Per agevolare le aziende e i loro intermediari, l’informazione dell’attribuzione del CA “1R” sarà visualizzabile nel Cassetto previdenziale per le aziende agricole. Il messaggio fornisce tutte le istruzioni e le modalità di comunicazione.

Letto 112 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
JoomShaper