Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante Cookie Policy

11 Apr 2017

Precompilata al via il 18 aprile

Tutte le informazioni, le scadenze e le novità di quest'anno sono disponibili sul sito attivato con il provvedimento prot. n. 69483/2017. L'articolo 1 del Dlgs n. 175/2014, dispone che l'agenzia delle Entrate, entro il 15 aprile di ciascun anno, renda disponibile telematicamente la dichiarazione precompilata, relativa al periodo d'imposta precedente, ai titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati indicati (articoli 49 e 50, comma 1, lettere a), c), c-bis), d), g), con esclusione delle indennità percepite dai membri del Parlamento europeo, i) e l), Tuir). Il successivo articolo 9 prevede che con uno o più provvedimenti del Direttore dell'agenzia delle Entrate siano individuati i termini e le modalità applicative delle disposizioni normative in materia di dichiarazione 730 precompilata (articoli da 1 a 8 del decreto).

Et voilà: dal 18 aprile (primo giorno non festivo successivo alla scadenza), il contribuente ovvero i soggetti da lui delegati potranno visualizzare la dichiarazione dei redditi e l'elenco delle informazioni disponibili.

La trasmissione della precompilata potrà avvenire dal 2 maggio al 24 luglio (termine differito dalla presentazione della dichiarazione online anche a coloro per i quali non è disponibile una vera dichiarazione precompilata.

Per tutti questi soggetti sarà disponibile una dichiarazione dei redditi senza alcun dato precompilato, a eccezione dei dati anagrafici.

Il contribuente direttamente e i suoi delegati accedono alla dichiarazione dei redditi precompilata (la forma grafica è pubblicata in allegato al provvedimento) e alle informazioni attinenti alla dichiarazione 730 precompilata disponibili presso l'agenzia delle Entrate, con distinta indicazione dei dati inseriti e non inseriti nella dichiarazione 730 precompilata stessa e relative fonti informative.

Nei circa 800 milioni di dati già elaborati dall'Agenzia, sono presenti oltre ai dati già presenti nel 2016 anche:

• le spese comunicate all'Agenzia dagli amministratori di condominio per

interventi di recupero del patrimonio edilizio sulle parti comuni dei condomini e riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni dei condomini;

• le spese sanitarie sostenute per le prestazioni degli ottici, degli psicologi, degli infermieri, delle ostetriche, dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle strutture autorizzate a fornire i servizi sanitari e non accreditate;

• le spese per l'acquisto di farmaci e le spese veterinarie per acquisti effettuati presso farmacie e parafarmacie.

Tali dati si aggiungono ai dati già confluiti nella dichiarazione 730 precompilata, trasmessi da soggetti terzi:

• quote di interessi passivi e relativi oneri accessori per mutui in corso;

• premi di assicurazione sulla vita, causa morte e contro gli infortuni;

• contributi previdenziali e assistenziali;

• contributi versati per gli addetti ai servizi domestici e all'assistenza personale o familiare;

• spese sanitarie e relativi rimborsi;

• spese veterinarie;

• spese universitarie e relativi rimborsi;

• contributi versati alle forme di previdenza complementare;

• spese funebri;

• spese relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e agli interventi finalizzati al risparmio energetico.

L'agenzia delle Entrate, inoltre, utilizza ai fini della elaborazione della dichiarazione precompilata i dati relativi alle spese da ripartire su diverse annualità desumibili dalla dichiarazione presentata dal contribuente per l'anno precedente.

Tra le facilities della precompilata è possibile consultare e correggere la precompilata 2016, purché sia stata inviata tramite l'applicazione web. Le restanti funzioni sono la visualizzazione, l'accettazione (nel caso del 730), la modifica, l'integrazione e l'invio della precompilata 2017.

Per chi accede alla dichiarazione precompilata tramite delegato, le indicazioni fornite dall'Autorità Garante per la Privacy hanno costretto a modificare il riferimento temporale dei dati dichiarativi che i soggetti deleganti devono indicare nella richiesta per accedere alla dichiarazione precompilata del contribuente delegante.

Qui il timetable delle principali scadenze: dal 18 aprile è consentito accedere alla dichiarazione precompilata 2017; dal 2 maggio si può accettare, modificare e inviare la dichiarazione 730 precompilata direttamente tramite l'applicazione web; il 30 giugno è l'ultimo giorno per il versamento di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 privi di sostituto d'imposta, mentre per gli altri la scadenza è funzione dell'elaborazione da parte dei sostituti in relazione alla data di ricezione del 730-4, posto che il 24 luglio è l'ultimo giorno utile per la presentazione del 730 precompilato direttamente tramite l'applicazione web.

 

 

Fonte: www.ilsole24ore.com Matteo Ferraris

Letto 249 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
JoomShaper