Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante Cookie Policy

Dal 19 aprile 2017, fino alle ore 18.00 del 5 giugno 2017, è disponibile nella sezione “accedi ai servizi online” l'applicazione informatica per la compilazione della domanda.

L’applicazione consente di:

effettuare simulazioni relative al progetto da presentare

verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità

salvare la domanda inserita

effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “invia”.

Per accedere alla procedura di compilazione della domanda l’impresa deve essere in possesso delle credenziali di accesso ai servizi online (Nome utente e Password).

 

Per ottenere le credenziali di accesso è necessario effettuare la registrazione sul portale Inail, nella sezione "Accedi ai servizi online", entro e non oltre le ore 18.00 del 3 giugno 2017.

Pubblicato in CAA Fenapi

Dopo la prima edizione del programma di ricerca “VisitInps Scholars”, per la quale sono stati selezionati 31 studiosi su un totale di 78 domande, l’Inps apre oggi la seconda selezione.

Attraverso questo programma l'INPS consente l’uso dei suoi database ai ricercatori nazionali e internazionali interessati a lavorare sulle tematiche previdenziali, definite dall’Istituto come “Aree strategiche”, trascorrendo un periodo di studio a Roma presso la sede dell'INPS.

La seconda edizione prevede due tipologie di borse di studio e due programmi di ricerca:

 borse di studio “VisitInps Fellowship”, rivolte ai ricercatori junior con un’età- massima di 35 anni alla data di presentazione della domanda di partecipazione, italiani o stranieri in possesso di un dottorato di ricerca, o un titolo equivalente al dottorato conseguito all’estero o in procinto di ottenerlo: hanno una durata di sei mesi e prevedono un’indennità di 4.000 euro ed un rimborso spese documentate non superiore a 2.000 euro per i residenti al di fuori della provincia di Roma;  

1 borsa di studio “VisitInps Scholars” intitolata a Valeria Solesin con le- stesse caratteristiche previste per le borse di studio VisitInps Fellowship, ma avente ad oggetto i temi della solidarietà sociale, argomenti sui quali si concentravano gli studi della giovane italiana rimasta vittima degli atti di terrorismo di Parigi il 13 novembre 2015;  

programmi di ricerca “VisitInps Scholars Program di tipo A e di tipo B”,- rivolti ai ricercatori senior (professori ordinari, straordinari, associati e ricercatori ad essi equiparati, italiani o stranieri appartenenti ad Università ed Enti di ricerca italiani o stranieri o a ricercatori, cittadini italiani o stranieri, in possesso di un dottorato di ricerca o titolo equivalente al dottorato conseguito all’estero o in procinto di ottenerlo): hanno una durata di tre mesi ed agli assegnatari di tipo “A” spetta un’indennità di 12.000 euro oltre ad un rimborso spese documentate non superiore a 6.000 euro per i residenti al di fuori della provincia di Roma; agli assegnatari di tipo “B” non spetta invece alcuna indennità né rimborso spese.

 

La selezione mira a definire le graduatorie degli idonei finalizzate alla successiva assegnazione delle borse di studio e dei programmi di ricerca, il cui numero sarà determinato in base ai finanziamenti ricevuti dalle sponsorizzazioni e dalle erogazioni liberali che l’Istituto riceverà per il sostegno del progetto. Le domande di partecipazione potranno essere presentate esclusivamente all’indirizzo e-mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. entro trenta giorni dalla pubblicazione dei bandi.

Pubblicato in CAF Fenapi

La sede della Coldiretti di Palazzo Rospigliosi, a Roma, il 16 febbraio ha fatto da cornice a un incontro tra referenti dell’Inail e tutti i responsabili provinciali della Confederazione nazionale degli agricoltori, organizzato con l’obiettivo di approfondire la conoscenza del Bando Isi Agricoltura 2016 – dagli aspetti tecnici legati alla partecipazione alla procedura informatica per la presentazione della domanda – per agevolare le imprese del settore nella presentazione delle richieste di finanziamento.

Gli incentivi ripartiti in due assi di intervento. Il Bando è destinato a sostenere con 45 milioni di euro a fondo perduto – 25 messi a disposizione dall’Istituto e i restanti 20 dal Ministero del Lavoro – gli investimenti delle micro e piccole aziende del settore della produzione agricola primaria per l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori e/o macchine agricoli, caratterizzati da soluzioni innovative per la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali. Gli incentivi sono ripartiti in due assi di intervento: il primo, da cinque milioni di euro, è riservato ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria, mentre il secondo, da 40 milioni di euro, è destinato alla generalità delle imprese agricole.

Rotoli: “Fondamentale il confronto costante con le associazioni di categoria”. “Come testimonia anche questa giornata – ha sottolineato nel suo intervento Ester Rotoli, direttore centrale Prevenzione dell’Inail – l’azione portata avanti dall’Istituto per promuovere la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro si muove sempre in un’ottica di partecipazione. Il confronto costante con le associazioni di categoria, infatti, è fondamentale, perché è evidente che noi non possiamo conoscere nel dettaglio la realtà dei mondi produttivi, se non attraverso la mediazione delle associazioni che li rappresentano”.

Verificata la rispondenza tra le informazioni fornite e le effettive esigenze delle aziende. L’incontro con i responsabili della Coldiretti si è rivelato utile, in particolare, per integrare le  risposte alle domande più frequenti pubblicate sul sito dell’Inail, nella sezione dedicata al Bando, in modo da prevenire le esigenze di chiarimento delle imprese che parteciperanno alla procedure. Per informazioni e assistenza, le aziende possono inoltre fare riferimento al Contact Center dell’Istituto tramite il numero verde 803.164, gratuito da rete fissa, mentre per le chiamate da cellulare è disponibile il numero 06-164164 (a pagamento in base al piano tariffario del proprio gestore telefonico).

 

I progetti possono essere presentati fino al 28 aprile. La scadenza per l’inserimento sul portale dell’Inail, nella sezione “accedi ai servizi online”, del progetto per il quale viene richiesto il finanziamento è fissata alle ore 18 del prossimo 28 aprile. Ogni azienda può presentare una sola domanda per uno solo dei due assi di intervento previsti.

Pubblicato in CAA Fenapi

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 6 del 9 gennaio 2017 il comunicato Inail che proroga i termini di scadenza dell'avviso Isi Agricoltura 2016 per il sostegno al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nelle microimprese e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.

Il comunicato Inail in commento richiama, a titolo di fonte normativa, l'articolo 1, commi 862 e seguenti, della legge di stabilità per l'anno 2016, ovvero la legge n. 208/2015.

Il comma 862 dell'articolo 1 della legge di stabilità dispone infatti che, al fine di favorire il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, con effetto dal 1° gennaio 2016, presso l'Inail, è istituito un fondo con la dotazione di 45 milioni di euro per l'anno 2016 e di 35 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2017, che è destinato a finanziare gli investimenti per l'acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l'abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore, il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende agricole, cui possono accedere le micro e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.

Il comma successivo, n. 863, ricorda che nel primo semestre di ciascun anno, l'Inail pubblica nel proprio sito istituzionale l'avviso pubblico con l'indicazione delle modalità, dei termini e delle condizioni di ammissibilità di presentazione delle domande e rende noti i parametri associati sia all'oggetto della domanda, sia alle caratteristiche proprie dell'impresa, nel rispetto della normativa europea sugli aiuti di Stato. Nello stesso avviso sono definiti gli obblighi dei beneficiari e le cause di decadenza e di revoca del contributo.

Premesso che la procedura è esclusivamente informatica, l'Inail ha disposto la proroga al 28 aprile 2017 alle ore 18.00 del termine di scadenza della chiusura della procedura per la compilazione delle domande per il bando Isi Agricoltura (rispetto all'originaria scadenza del 20 gennaio 2017).

Le ulteriori scadenze sono di seguito elencate:

- 20 aprile 2017 alle ore 12.00 scade il termine per richiedere chiarimenti e informazioni al contact center sull'avviso pubblico;

- 5 maggio 2017 scade il termine per l'acquisizione del codice identificativo per l'inoltro online;

 

- 12 giugno 2017 scade il termine per la comunicazione relativa alle date di inoltro online.

Fonte: www.ilsole24ore.com

Pubblicato in CAA Fenapi

Dopo le sei edizioni del bando Isi, l’Inail promuove il primo Bando Isi Agricoltura, un’iniziativa analoga specificatamente mirata all’incremento delle condizioni di sicurezza del comparto agricolo, da sempre caratterizzato da elevato rischio infortunistico. I contenuti del Bando sono stati illustrati oggi a Roma, presso il Parlamentino della sede Inail di via IV Novembre 144, dal commissario straordinario dell’Istituto, Massimo De Felice, alla presenza del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti, e del ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina.

Come disposto dall’ultima legge di stabilità (208/2015), presso l’Inail è stato istituito un fondo la cui dotazione è pari per il 2016 a 45 milioni di euro – 25 milioni messi a disposizione dall’Istituto e i restanti 20 dal Ministero del Lavoro – e sarà di 35 milioni all’anno a decorrere dal 2017. Il fondo è destinato a sostenere gli investimenti delle micro e piccole imprese del settore della produzione agricola primaria per l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori e/o macchine agricoli, caratterizzati da soluzioni innovative per la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Gli interventi da realizzare devono soddisfare l’obiettivo dell’abbattimento in misura significativa delle emissioni inquinanti e del miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell’azienda agricola, in particolare mediante una riduzione dei costi di produzione o il miglioramento e la riconversione della produzione. Le aziende agricole che possono accedere agli incentivi sono le imprese individuali, le società agricole e le società cooperative operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli.

A partire dal 10 novembre, fino alle ore 18 del prossimo 20 gennaio, le imprese interessate potranno inserire sul portale dell’Inail, nella sezione “accedi ai servizi online”, il progetto per il quale viene richiesto il finanziamento. Dal 1° febbraio le imprese i cui progetti hanno raggiunto i criteri di ammissibilità previsti dal bando potranno scaricare il codice identificativo che dovranno utilizzare nel click day, il giorno dedicato all’inoltro telematico, che sarà reso noto sul portale Inail a partire dal 30 marzo 2017.

Gli incentivi, distribuiti in budget regionali e provinciali, saranno assegnati tenendo conto dell’ordine cronologico di presentazione delle domande e sono ripartiti in due assi di intervento: il primo, da cinque milioni di euro, è riservato ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria, mentre il secondo, da 40 milioni di euro, è destinato alla generalità delle imprese agricole. Ogni azienda potrà presentare una sola domanda e per uno solo dei due assi di finanziamento previsti.

Il contributo in conto capitale coprirà il 50% delle spese ammissibili sostenute e documentate dalle imprese agricole dei giovani agricoltori e il 40% di quelle sostenute e documentate da tutte le altre aziende. Per ciascun progetto il finanziamento potrà essere compreso tra un minimo di mille euro e un massimo di 60mila euro. I fondi saranno erogati dopo la conclusione del progetto, ma nel caso di contributi superiori a 30mila euro è possibile richiedere un anticipo pari a metà dell’importo. L’anticipo, però, non può essere concesso per i progetti che prevedono il noleggio di trattori e/o macchine agricoli con patto di acquisto.

Per informazioni e assistenza, le imprese possono fare riferimento al Contact Center tramite il numero verde 803.164, gratuito da rete fissa, mentre per le chiamate da cellulare è disponibile il numero 06-164164 (a pagamento in base al piano tariffario del proprio gestore telefonico). Le risposte alle domande più frequenti saranno pubblicate sul sito Inail.

Fonte:

www.inail.it

 

 

 

Pubblicato in CAA Fenapi

ROMA – Da ieri 21 gennaio 2014 le aziende possono iniziare il percorso online per candidarsi al bando Inail Isi 2013 per ottenere finanziamenti per interventi
riguardanti la sicurezza sul lavoro.

Dopo un primo annuncio dato lo scorso dicembre, ieri Inail in una conferenza stampa tenuta dal presidente dell’Istituto Massimo De Felice e dal ministro del Lavoro Enrico Giovannini, ha aperto ufficialmente le sessioni del nuovo avviso.

307 sono i milioni stanziati (295.238.520 da Inail, 12.121.03 dal Ministero del Lavoro), che saranno distribuiti dopo un procedimento rigorosamente online e che come nelle precedenti edizioni del bando, sarà diviso per fasi: inserimento dei progetti, superamento della soglia di ammissibilità, download codice identificativo, click day, arrivo in ordine cronologico, 30 giorni per invio documentazione prevista.

Prima di elencare le novità dell’Isi 2013 comunicate in conferenza, riportiamo le informazioni utili a chi vorrà avanzare la propria candidatura:

Questo il calendario del bando:

  • 21 gennaio – 8 aprile 2014, inserimento progetto nella sezione servizi online del sito Inail;
  • dal 30 aprile 2014 comunicazione data e ora di apertura e di chiusura dello sportello informatico per l’inoltro della domanda.

In caso di ammissione all’incentivo, l’impresa dovrà successivamente trasmettere all’Inail, entro 30 giorni (decorrenti dal settimo giorno successivo alla conclusione delle operazioni di inoltro online della domanda), tutta la documentazione prevista, utilizzando la posta elettronica certificata.

Per realizzare e rendicontare il progetto l’impresa avrà un termine massimo di 12 mesi, prorogabile su richiesta motivata per un periodo non superiore a 6 mesi.

Entro 90 giorni dal ricevimento della documentazione attestante la realizzazione del progetto – in caso di esito positivo delle verifiche l’Inail predisporrà quanto necessario per la successiva erogazione del contributo”.

Per quanto riguarda le novità, sono queste:

L’incentivo potrà essere parti al 65% dei costi ammissibili, 15% in più rispetto allo scorso anno, con contributi che potranno essere compresi tra i 5.000 e i 130.000 euro. Limite per tutti, tranne che per le imprese fino a 50 dipendenti che presenterannoo progetti per modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

Per questa edizione i finanziamenti Inail potranno essere cumulabili con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito, come quelli derivanti  dal Fondo di garanzia per le Pmi e da Ismea.

Per i progetti che superano i 30.000 euro si potrà chiedere un’anticipazione del 50% dell’importo richiesto con garanzia fideiussoria.

Oltre agli interventi per la sicurezza e ai progetti di investimento e adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, possono essere finanzianti progetti di sostituzione o adeguamento di attrezzature di lavoro che sono in servizio prima del 21 settembre 1996. Questo asse in particolare sarà finanziato dall’importo in bando assicurato dal Ministero del Lavoro.

Infine ricordiamo che come lo scorso anno, anche in questa edizione Inail accompagnerà la promozione del bando Isi 2013 alla promozione dello sconto per prevenzione, OT24, ovvero della riduzione del premio assicurativo per imprese che abbiano realizzato interventi a tutela della salute e della sicurezza sul lavoro. In questo caso la scadenza delle domande è stata fissata al 28 febbraio 2014

Info: Inail Isi 2013

JoomShaper